Serate

Soft



Parliamo di...

CRONACHE FERMANE.

Ovvero, un quarto d'ora di comparsata non si nega a nessuno! Di Laura Giovent├╣

CRONACHE FERMANE.

Sono le dieci del mattino.
Squilla il telefono.
Chi potrà mai essere che disturba a quest’ora del mattino?
Prendo in mano il telefono. Sul display compare il nome di Carla, una mia amica. Ma guarda un po’ chi telefona, penso, saranno due mesi che non la sento? No, forse più di tre. Caspita, come corre veloce il tempo. Forse si preoccupa di sapere che fine ho fatto, forse vuole sapere come sto, magari mi chiama per un invito a cena. Le rispondo.

Laura  -Pronto chi parla?-

Carla - Ciao Laura, scusami se ti disturbo, stavo su face book e mi è stata segnalata da un’amica la notizia che il regista Pupi Avati girerà il suo prossimo film a Fermo. Ma è vero? Tu ne sai qualcosa?- Esordisce la mia amica che tutto sembra meno che interessata di sapere come sto.

Laura - …Veramente è già da un po’ che la notizia circola sui quotidiani locali, le prime indiscrezioni risalgono a prima di Natale!!! - le rispondo.

(Che tempismo, per me la cosa non fa più notizia, ma del resto capisco che leggere il giornale è noioso.)

Carla -Ma allora è tutto vero!- si affretta ad aggiungere lei, piena di entusiasmo.

Laura -Sì, sembra proprio di sì. Le riprese dovrebbero iniziare a metà febbraio, almeno questo è quello che dicono ...- le confermo.

Carla -… ed ho letto che gli attori principali saranno Michaela Ramazzotti e Cesare Cremonini e che stanno cercando delle comparse!!! E c’è pure un indirizzo di posta elettronica. Chiunque sia interessato a partecipare alle selezioni per il casting può inoltrare la richiesta inviando foto e curriculum direttamente via mail...-

Laura -Non mi dire che vorresti fare la comparsa, ma dai …-

Carla -Ma no, non io, è il mio nuovo ragazzo che vorrebbe candidarsi.-

Laura -Sì, ma digli pure di non montarsi la testa perché il cast potrebbe già essere stato scelto. Non è detto che stiano davvero cercando nuovi volti, questa del casting potrebbe essere solo un’ipotesi lanciata per fare rumore ... la notizia infatti potrebbe solo essere  un’operazione mediatica per richiamare l’attenzione e l’interesse della gente.-

Carla -Comunque sia sarebbe un peccato non approfittarne. È una fortuna che un regista così famoso abbia scelto proprio Fermo per girare il suo film. Forse tu non ti rendi conto,ma un’occasione del genere non capita mica tutti i giorni! … sto pensando di partecipare anche io!-

Laura -No, no. Io, invece, mi rendo conto benissimo … -
Mi rendo conto di quanto siamo provinciali. Nella provincia basta una notizia del genere che subito impazza la voglia di apparire del popolino, ma una volta spente le luci della ribalta tornano coglioni come prima.

Carla -Ovvio, io non sono un’attrice, però sono una bella donna … e pure alta … faccio la mia bella figura e non è poco! No, perché, parliamoci chiaro, visto quello che offre il “mercato locale”, secondo te, ma se non ci provo io chi ci dovrebbe provare?!?-  precisa lei.

È incredibile, una troupe si sta muovendo per girare nel Fermano le scene del prossimo film di Pupi Avati e i miei concittadini lo stanno aspettando manco fosse Fellini o Monicelli e addirittura il nostro illustre Sindaco ha sparso la voce per trovargli le location e, a sto punto, magari pure le donnine allegre per sollazzare i macchinisti?

Carla -Tentar non nuoce, potrebbe essere solo una bella esperienza oppure qualcosa di più … chissà … Nella vita, mia cara, non si può mai sapere! Mi vedono, mi scelgono … e divento una star. Te l’immagini, mi trasferisco a Roma, e tra una serata mondana e l’altra comincio a girare tutto il mondo …. Comunque ho già tutto pronto, anche il book fotografico! Una mia amica che fa la fotografa me ne ha fatto uno proprio l’estate scorsa!- mi dice lei sempre più galvanizzata.

Una star? Successo, soldi facili, vita facile….La fantasia non ha limiti, ma Carla supera di certo il confine. In effetti è una bella donna, ma quanto potrebbe bastare? La bellezza non è tutto. Ma poi, per uscire da Porto San Giorgio si deve per forza diventare famosi?

Laura -Beh, ma allora cosa aspetti, sbrigati a mandare la richiesta!- le faccio.

Ma Carla subito mi risponde - Stavo per farlo … ma poi … dicono che l’indirizzo non sia esatto e tutte le mail inviate tornino indietro. Questa cosa dell’indirizzo mail non è molto chiara … -

Laura -Sì, ma hanno anche comunicato la correzione. C’è stato un errore di stampa, sembra mancasse un punto nell’indirizzo. Se leggessi i giornali … -

Carla -Dici? Non lo so. La mail resta impersonale, e poi non è sicuro la prendano …  potrebbero anche non riceverla … potrebbero cestinarla … potrebbe succedere di tutto, sai come funziona .... e poi, poi moltissimi aspiranti attori si saranno già fatti avanti e chissà quanti altri se ne presenteranno … per questo volevo chiederti, ma tu, tu non conosci un modo per accelerare? -

Laura -Accelerare? No, mi dispiace. Da quello che mi risulta, questo, per ora, è l’unico modo per partecipare ai casting per il film!-

Carla -No, sai, te lo chiedo perché un giorno t’ho vista parlare con un tizio che è amico di un amico di uno che dovrebbe conoscente il Sindaco … perché un conto è inviare una mail … un conto è essere presentati …. sono sicura che se ci vedessero di persona sarebbe diverso …. capisci? - insiste la mia amica.

Laura -Sì, sì, capisco benissimo. Ma l’unica cosa che posso dirti è di provare ad aggiungere il punto nell’indirizzo mail … anzi, per essere sicura ti consiglio di spedire le richieste ad entrambi gli indirizzi mail! Tutto quello che so purtroppo è quello che leggo dai giornali locali.- le ripeto.

Tutto il mondo è un paese! Ora capisco il vero motivo della telefonata, siccome non ha un futuro se lo prende con una scorciatoia!

Laura -Tu ti dai tanto da fare, ma se per assurdo la produzione alla fine si trovasse a dover scegliere tra te e il tuo ragazzo, e scegliesse lui, come la mettiamo? Non ci hai pensato? È un’eventualità che dovresti prendere in considerazione … la legge di Murphy non la conosci? “Se qualcosa può andare storto allora lo farà”. ahahah - le dico mentre scoppio a ridere.

Carla -Ad essere sincera ti ho chiamato perché il mio vanitoso ragazzo mi ha chiesto di informami per lui … ha talmente insistito che alla fine anche io … ti confesso che in realtà mi sto muovendo solo per me. Se mi devo esporre lo faccio per me, mica sono scema!-

Come biasimarla, nella mia zona i maschi mandano avanti le moglie perché loro non si vogliono esporre.
Ma se la moglie ha successo, allora si fanno avanti per fare da impresari e contabilizzare la fortuna delle loro consorti. E dopo, magari, non faranno altro che vantarsi con i propri amici perché avevano sempre detto che la “loro” donna aveva i numeri per emergere, ma che è solo grazie a loro se certe qualità vengono a galla. Ovvio!

Carla -Comunque come non detto, pensavo mi potessi aiutare in qualche modo … pensavo sapessi come fare per presentarmi. A questo punto dovrò chiedere ad una ragazza che recita in una compagnia teatrale. Avrei preferito risolvere in altra maniera, ma non ho alternativa. Non ho molta confidenza ma lei, di sicuro, saprà come fare. Lei di sicuro potrebbe aiutarmi. Però potrebbe pure non farlo … perché a te non te ne importa nulla di queste cose, ma questa ragazza potrebbe voler partecipare esattamente come me e non verrà di certo a dirmi come fare per … - aggiunge la mia amica.

Ma io replico -Può darsi, del resto tu, al suo posto, non faresti la stessa cosa?-

E lei -Vabbè ma che centra, dai, ora provo a chiamarla, poi ti farò sapere … ciao. -

La conversazione telefonica si chiude ed io rimango basita con il telefono in mano. Carla non m’ha dato manco il tempo di salutarla.

Certo, siamo considerati  maluccio. Il Sindaco crede che basti dare al popolo "Panem et Circenses", come dicevano i latini, per ingraziarsi i cittadini e farli fessi e “coglionati”, ma se la gente poi corre verso il casting allora forse hanno ragione i governanti.

Certo, stiamo combinati malino. Affetti dalla smania di apparire in televisione e di uscire dall’anonimato, tutti vogliono fare gli attori o le attrici pensando che la comparsata in un film sia l’occasione machiavelliana che risolva la vita. La panacea di tutti i mali, la via diretta verso una carriera di successo.

La mia amica sarebbe disposta a tutto, quindi farebbe di tutto. (ecco come nascono le escort ?) È un’altra di quelli che piuttosto di costruire qualcosa cercano solo scorciatoie. Di quelli che partecipano ai quiz televisivi sperando nella vincita milionaria, di quelli che credono che andando a “Uomini e donne” oppure al “Grande Fratello” si diventi famosi senza talento, senza studiare e senza capacità vere.
“Non studierò, non leggerò, ecco perché diventerò qualcuno”, recita una canzone di Caparezza.

Presseranno la produzione, sfrutteranno le conoscenze di questo e di quell’altro, cercheranno l’arrivo facile senza cercare di costruire un futuro solido. Non serve studiare, non serve fare la gavetta, perché si cerca di passare avanti solo con le conoscenze. E chi studia e si prepara una vita intera?
(Per carità, le raccomandazioni serviranno pure, ma bisogna saperle usare nel momento e nel modo giusto.)

Siamo proprio provinciali che aspettano le star del cinema come l’arrivo di un extraterrestre, e che credono in una apoteosi mondiale dopo l'uscita della pellicola per Fermo e Provincia,
I maschi Fermani che sperano nelle attrici per allargare la collezione di farfalle, e le femminucce che scalpitano per un successo effimero che non hanno. Così va il mondo.

Ciao Carla.
Uno su mille ce la fa.
Buona comparsata a tutti.
 

di Laura Gioventù

Seratiamo.it on Facebook

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato su locali, eventi e tendenze del momento.